informazione, prevenzione, salute

notizie sulle cefalee, prevenzione e medicina complementare

La cefalea nella medicina cinese, le emozioni in medicina cinese, clima, meridiani, Milza, Fegato

Lascia un commento

In medicina cinese e in agopuntura non si applica  la classificazione occidentale delle cefalee in emicrania e cefalea tensiva.
Il sintomo “mal di testa” viene attribuito a uno squilibrio dell’organismo che può essere generato da emozioni nocive, da diete e abitudini errate, dall’azione negativa di eventi climatici.
Partendo dal clima si considera nociva l’esposizione eccessiva ai principali fattori climatici: caldo, freddo, umidità, vento. Ogni eccesso climatico può alterare in modo significativo il nostro equilibrio sia sul piano fisico che mentale. Abbiamo visto nella sezione dedicata alle informazioni da riferire durante la visita medica che è utile sapere se il mal di testa peggiora in estate o in inverno, quando c’è clima umido, o se compare quando cambia il tempo e c’è vento, quando arriva una perturbazione, quando ci si espone al sole, e così via.
Non deve stupire quindi che in medicina cinese si parli di cefalea da umidità o cefalea da vento-freddo o da vento-calore.
Ugualmente importanti nel provocare il mal di testa sono i fattori interni all’organismo. Avendo già sottolineato quanto è importante lo stress, non stupisce che anche nella medicina cinese abbiano un ruolo di primo piano le emozioni, che fanno la parte del leone in una medicina “olistica psico-somatica” come è la Medicina Tradizionale Cinese.
Corpo e mente sono strettamente collegati e compito del medico è ricercare sempre uno squilibrio emozionale come base della malattia.
Il concetto di emozione in medicina cinese è un po’ più ampio del nostro e comprende oltre alle classiche emozioni (gioia, tristezza, rabbia, paura ecc.) anche l’eccesso di attività mentale o di preoccupazioni, che noi indichiamo comunemente come stress.
In realtà l’idea di stress comprende una somma di fattori che la medicina cinese considera singolarmente come causa di malattia: eccessiva attività mentale, preoccupazioni, frustrazione.
Ogni emozioni intensa o prolungata ha un organo bersaglio cioè danneggia un particolare organo:
-la tristezza (depressione) danneggia il polmone
-la gioia eccessiva danneggia il cuore (l’infarto dello spettatore durante la partita di calcio)
-le preoccupazioni danneggiano il cuore e il polmone
-la rabbia e la frustrazione danneggiano il fegato
-l’attività mentale eccessiva danneggia la milza, che in medicina cinese è collegata anche alla digestione e assimilazione del cibo; per questo si consiglia di evitare l’attività mentale subito dopo mangiato
-la paura (ansia) danneggia il rene
Vediamo che gli organi interni (cuore, polmone, milza, fegato, rene) non hanno nella medicina tradizionale cinese solo una valenza fisica, ma ciascuno è collegato a una funzione, a un’emozione, a un organo di senso, e persino a un colore e a un gusto.

In base a queste corrispondenze le principali forme di cefalea secondo la medicina tradizionale cinese sono:
-la cefalea da Fuga dello Yang del Fegato, da Fuoco del Fegato, da stasi del Qi del Fegato, da Vento del Fegato: sono le cefalee causate da emozioni che colpiscono il Fegato come la rabbia, espressa o trattenuta, il rancore di vecchia data o la  frustrazione,
-la cefalea da Umidità causata dal clima umido, o da debolezza della Milza provocata da eccessive preoccupazioni e troppa attività mentale, tendenza a rimuginare con pensieri ossessivi, incapacità a digerire le situazioni sprofondando nei pensieri paludosi; l’umidità è anche creata o aggravata dal consumo eccessivo di latticini, dolci e zucchero, frutta e verdure crude, grassi, bevande fredde. Certe diete che comprendono solo frutta e verdura in quantità, specialmente se solo crude, anche se sono diete “vegetariane” e quindi le associamo a qualcosa di sano, in realtà creano Umidità. Ricordo poi che i cinesi a tavola sono abituati a bere bevande calde, thè o anche solo acqua ma riscaldata.
cefalea da ritenzione di cibo, quando compare mal di testa dopo i pasti e sono presenti comportamenti alimentari errati come mangiare troppo in fretta, pasti abbondanti o irregolari, eccesso di cibi crudi
cefalea da stasi di sangue, spesso provocata da un vecchio trauma cranico

cefalea da Vuoto di Qi o di Sangue: dovuta a malattie croniche, cattiva alimentazione, età avanzata

 Autore: Dr. Domenico Piazza

Autore: Domenico Piazza

Medico, specialista in neurologia, esperto in agopuntura e omeopatia Dipendente dell'ASLTO2 Torino Nord , Ospedale San Giovanni Bosco, Piazza del Donatore di Sangue 3, 10154 Torino Responsabile dell'ambulatorio delle Cefalee e dell'Ambulatorio di Agopuntura Tel. 3358077781

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...